Luneur, bentornato a Roma! Apertura a maggio 2014

By
Updated: settembre 5, 2013
luneur Messaggio Promozionale

Luneur, partono i cantieri. I fan e i nostalgici dello storico parco di divertimenti ancora non lo sanno, il quartiere neppure.  Lo apprenderanno leggendo queste righe. Ed è una notizia attesa da molto tempo.  Pronti, via, si parte!  I primi operai hanno cominciato a lavorare all’interno del vecchio luna park già ad agosto. In una Roma semi-deserta, nessuno, tranne qualche passante distratto, ci ha fatto caso. Da una settimana, però, nell’area cantiere sono state  montate le casette prefabbricate destinate a deposito degli attrezzi ed alloggio dei guardiani. Si comincia a fare sul serio.  I lavori termineranno nel 2014. Prima della prossima estate. Anzi, molto prima. Il taglio del nastro è fissato, salvo imprevisti, per il mese di maggio.

Ad anticipare i particolari in esclusiva a NoiRoma2013 è il presidente di Eur spa, Pierluigi Borghini.  Presidente, si fa sul serio questa volta? “Assolutamente sì. Il cantiere è stato aperto esattamente il 21 agosto. Sono andato a controllare personalmente l’avvio dei lavori. Fra otto mesi avremo finito,  apriremo i cancelli agli inizi di maggio”.

E il contenzioso con Cinecittà Entertainment sui costi della bonifica, che a marzo aveva provocato l’ennesimo rinvio? Tutto risolto? “Diciamo che per il momento la questione è stata accantonata”.

Trentaquattro attrazioni, stand nuovi di zecca, 500mila visitatori attesi all’anno…., per la città di Roma il Luneur sarà un grande ritorno.  “Sicuramente.  Io non faccio mai proclami, mi piace parlare delle cose solo quando cominciano a funzionare. Però, non c’è dubbio che l’avvio dei cantieri per il nuovo Luneur è un passo importante.  Io stesso vado a controllare personalmente  quasi ogni giorno l’andamento dei lavori. Seguo con assoluta attenzione il rispetto dei tempi, e l’insorgere di eventuali problemi”.

Da dove si è cominciato, che cosa è stato fatto in queste prime due settimane? “Per prima cosa è stata ripulita l’area, sommersa da cumuli di immondizia da anni. In secondo luogo è stata effettuata la disinfestazione e la derattizzazione del terreno”. C’erano quindi  i topi? “E sì, il terreno ne era letteralmente infestato”. E poi? “Dal 26 agosto hanno cominciato a mettere in posa le casette di cantiere, quelle che contengono le attrezzature. Adesso si passerà alle tracce. Il terreno è stato ripulito appunto per questo, per abbattere le strutture pre-esistenti, poi per fare le tracce per l’impiantistica: cavi della luce, conduttura dell’acqua, eccetera”.

Molti affezionati fan del Luna park del tempo che fu, chiedono del laghetto. E’ stato cancellato dal progetto, oppure tornerà come prima? “Il laghetto ci sarà, rimane al suo posto. Se con i giochi acquatici di una volta, vedremo. Lo decideremo in corso d’opera”.

Oltre al laghetto, come spiegato altre volte, resteranno più o meno come prima  l’antro della strega, il labirinto degli specchi, il trenino della miniera. E soprattutto la Ruota gigante, che campeggia sui depliant turistici, il vero simbolo del Luneur. Cancellate invece le Montagne Russe e tutte le strutture pericolose, soprattutto perché l’intera struttura  è destinata per lo più alle famiglie e ai bambini. Ci saranno giochi moderni, un teatro per i ragazzi, e tante altre novità.  Per il rinnovato luna park dell’Eur è iniziato il conto alla rovescia: ancora 8 mesi.

Fonte: NoiRoma2013

© Riproduzione Riservata

You must be logged in to post a comment Login